Site menu:

Generi - Libri


Commenti recenti

Blogroll

 

Werner Jaeger

Werner JaegerWerner Wilhelm Jaeger (Lobberich, 30 luglio 1888 – Cambridge (Massachusetts), 19 ottobre 1961) è stato un filologo tedesco, uno dei più importanti del XX secolo.

I suoi lavori su Aristotele sono esemplari per l’applicazione del metodo genetico: Jaeger si sforza di rintracciare l’evoluzione del pensiero di Aristotele, sostenendo che lo Stagirita sia stato all’inizio platonico, per distaccarsi poi a poco a poco da Platone e dall’Accademia; l’idea di Jaeger è quella di ricostruire l’evoluzione del pensiero di Aristotele provando ad attribuire, sulla base di allusioni (o presunte tali) a fatti contemporanei, le varie parti delle sue opere a vari momenti della sua vita. La base da cui egli parte è lo scarto concettuale tra i frammenti dei dialoghi, che sembrano talora in contraddizione con gli scritti acroamatici, e lo stato in cui questi ultimi sono stati tramandati a noi sin dal primo editore, Andronico di Rodi: essi sembrano infatti formare un blocco di pensiero tutto sommato omogeneo, senza ripensamenti o correzioni. Questa posizione avrà un’influenza considerevole sulla storiografia della filosofia antica nel XX secolo. G. E. L. Owen avverserà questa tesi per sostenere che Aristotele si sia dapprima opposto alla dottrina del maestro e che in seguito si sia riaccostato al platonismo.

Centrale nell’opera di Jaeger è anche l’attenzione per la problematica educativa, a cui egli dedica non solo lo scritto maggiore, ma anche un’operetta meno conosciuta, su quanto i primi cristiani presero del modello classico di paideia. Paideia, in tre volumi, rappresenta lo sviluppo del mondo spirituale greco da Omero attraverso Platone sino a Demostene in modo globale ed imponente. Si tratta di un’ampia trattazione sia dei metodi educativi più antichi sia delle successive riflessioni filosofiche sulla natura culturale dell’educazione nella Grecia antica; educazione che Jaeger sperava potesse riportare la decaduta Europa del XX secolo ai valori delle sue origini elleniche.

Da ricordare inoltre, a proposito del suo interesse per gli inizi del Cristianesimo, che Jaeger fu il maggior partecipante all’edizione delle opere di San Gregorio di Nissa.


Werner Jaeger
Paideia
Werner Jaeger
Aristotele. Prime linee di una storia della sua evoluzione spirituale