Site menu:

Generi - Libri


Commenti recenti

Blogroll

 

Dossier Caporetto. Il centro di gravità dell’annata 1917

ISBN: 9788862884099
Il prezzo attuale su IBSIl prezzo attuale su AmazonIl prezzo attuale su WebsterIl prezzo attuale su Lafeltrinelli.itIl prezzo attuale su LibrazioniIl prezzo attuale su DeastoreIl prezzo attuale su HoepliIl prezzo attuale su Abebooks

Mirko Molteni

Dossier Caporetto. Il centro di gravità dell’annata 1917

Il 1917 fu un anno di svolta nella Prima guerra mondiale. Se fino ad allora c’era stato un certo equilibrio fra Intesa e Imperi Centrali, la guerra sottomarina della Germania stava portando la Gran Bretagna sull’orlo del collasso economico, mentre sul fronte francese fu l’anno degli “scioperi militari”. Anche la rivoluzione in Russia e l’uscita dal conflitto dell’enorme impero orientale sembravano annunciare la prossima vittoria di Austria, Germania e Turchia. L’entrata in guerra degli usa nell’aprile 1917 non pareva sbilanciare la lotta dalla parte dell’Intesa. Sguarnendo il fronte dell’Est e concentrando le forze sul fronte dell’Isonzo, Austria e Germania scatenarono così il colpo di mano di Caporetto per sfruttare l’occasione irripetibile di spingere l’Italia alla resa e iniziare così la disgregazione dell’Intesa. Furono vicini a farlo, come testimonia il dettagliato svolgimento dello sfondamento e della ritirata italiana, che solo alla fine dell’anno si attestò su una linea di resistenza, aiutata anche da reparti anglo-francesi inviati in tutta fretta. Nonostante il crollo di Caporetto il paese resistette, scombinando i calcoli degli austro-tedeschi. Eppure, fino alla primavera del 1918, gli Imperi Centrali rimasero vicini a vincere la Grande Guerra, ormai divenuta una lotta a esaurimento, ma il fallimento nel cercare di estromettere l’Italia dal conflitto già preannunciava l’esito finale del conflitto e, infine, la disgregazione dell’Impero austroungarico.

Scrivi un commento