Site menu:

Generi - Libri


Commenti recenti

Blogroll

 

Una vita da libraio

ISBN: 9788806236182
Il prezzo attuale su IBSIl prezzo attuale su AmazonIl prezzo attuale su WebsterIl prezzo attuale su Lafeltrinelli.itIl prezzo attuale su LibrazioniIl prezzo attuale su DeastoreIl prezzo attuale su HoepliIl prezzo attuale su Abebooks

Shaun Bythell

Una vita da libraio

Dal cliente che entra per complimentarsi dell’esposizione in vetrina, senza accorgersi che le pentole servono a raccogliere la perdita d’acqua dal tetto, alla vecchietta che chiama periodicamente chiedendo i titoli più assurdi, alle mille, tenere vicende di quanti decidono di disfarsi dei libri di una vita. The Book Shop, la libreria che Shaun Bythell contro ogni buonsenso ha deciso di prendere in gestione, è diventata un crocevia di storie e il cuore di Wigtown, villaggio scozzese di poche anime. Con puntuta ironia, Shaun racconta i battibecchi quotidiani con la sua unica impiegata perennemente in tuta da sci, e le battaglie, tutte perse, contro Amazon. La sua è l’esistenza dolce e amara di un libraio che non intende mollare.
Shaun Bythell aveva un sogno e l’ha realizzato, seppur con mille difficoltà. Il diario di un libraio è la sua storia, raccontata con tenacia e con forza perché aprire una libreria di volumi usati in un piccolo paesino della Scozia è stata una grande sfida, raccolta da Bythell come una missione di vita. The Book Shop è semplicemente un chilometro e mezzo di libri usati, di viaggio, di scienza, di missioni impossibili e soprattutto di infinite storie. Il libraio decide di mettersi in gioco e, ai tempi dello strapotere di Amazon, aprire un luogo che sembra lontano dai confini del tempo e dello spazio, sottratto alle logiche dell’economia e del commercio sfrenato. Quello che interessa a Bythell è creare un rapporto unico con chi entra nella sua libreria, ascoltare le loro storie, di chi decide di comprare e di chi, invece, decide di vendere i libri su cui ha studiato, pianto e speso una vita, ma lo fa per necessità di liberarsi di un pezzo di esistenza o per difficoltà economiche. La storia vera che viene raccontata in “Il diario di un libraio” non è semplicemente la storia di un negozio di libri, ma è il racconto di qualcosa che pensavamo non esistesse più, di rapporti umani legati da un volume, da uno scrittore, da una copertina. Bythell ci vuole ricordare tutto questo e lo fa con l’ironia di chi non ha i soldi per pagare il tetto e di chi fa un’enorme difficoltà a sopravvivere, proprio con la concorrenza di Amazon, sebbene sia a Wigtown, in un luogo sperduto della Scozia.

Scrivi un commento