Site menu:

Generi - Libri


Commenti recenti

Blogroll

 

Esiodo

EsiodoEsiodo (VIII secolo a.C. – VII secolo a.C.) è stato un poeta greco antico, le cui opere sono fatte risalire al periodo tra la fine dell’VIII secolo e l’inizio del VII secolo a.C..

Nacque forse ad Ascra, in Beozia. Per quanto riguarda la data di nascita, fin dall’antichità non si sa con precisione se parlò come precedente, contemporaneo o posteriore a Omero. Erodoto lo crede anteriore a lui di quattro secoli, un’indicazione che riporterebbe la nascita di Esiodo intorno all’VIII secolo prima di Cristo. Egli tuttavia prese parte alle feste in onore del principe Anfidamante nell’isola di Eubea, dove partecipò a un agone in cui ottenne la vittoria ed un tripode in premio. È quindi riconosciuta dai critici moderni la collocazione di Esiodo intorno al principio del VII secolo a.C. (nettamente successivo a Omero). L’Agone di Omero e Esiodo dà invece una testimonianza del tutto sospetta della contemporaneità dei due poeti.

I dati biografici ci provengono invece dalle sue stesse opere. Figlio del commerciante marittimo Dios, originario della Cuma eolica, costretto a trasferirsi in Beozia per la fallita attività, dice egli stesso di non intendersi di mare e di navigazione, perché fece una sola traversata nella sua vita, quella dell’Euripe, da Aulide a Calcide in Eubea per le feste di Anfidamante. Per questo motivo i critici ritengono impossibile la nascita nella città di origine del padre (non avendo fatto che quella traversata e non il passaggio da Cuma ad Ascra), e vedono come città natale Ascra stessa, anche se l’affermazione di Esiodo non sarebbe in contraddizione con una sua nascita nella Cuma eolica (la traversata infatti avrebbe potuto esser compiuta da un Esiodo ancora bambino al seguito del padre).

Trasferitosi quindi in Beozia, il padre dovette diventare un agricoltore e, sulle sue orme, lo divenne pure Esiodo, tanto che Le opere e i giorni danno una dettagliata descrizione della vita contadina del tempo.

Alla morte del padre, il patrimonio viene diviso tra lui e il fratello, Perse, che dopo avere dilapidato tutta la sua parte, riesce tramite un raggiro ad impossessarsi della parte di Esiodo (grazie a un processo giudiziario in cui corrompe i giudici). Plutarco ci informa della sua morte violenta, ucciso dai fratelli di una donna che sedusse o tentò di sedurre.


Esiodo
Teogonia
Esiodo
Teogonia
Esiodo
Opere
Esiodo
Opere e giorni
Esiodo
Le opere e i giorni. Lo scudo di Eracle
Esiodo
Inno alle Muse
Esiodo
Tutte le opere e i frammenti con la prima traduzione degli scolii