Site menu:

Generi - Libri


Commenti recenti

Blogroll

 

La città di Giove. Giorgio Gemisto Pletone e il disegno di riforma socialista e neopagana del secolo XV

ISBN: 9788854828421
Il prezzo attuale su IBSIl prezzo attuale su AmazonIl prezzo attuale su WebsterIl prezzo attuale su Lafeltrinelli.itIl prezzo attuale su LibrazioniIl prezzo attuale su DeastoreIl prezzo attuale su HoepliIl prezzo attuale su Abebooks

Vincenzo Capodiferro

La città di Giove. Giorgio Gemisto Pletone e il disegno di riforma socialista e neopagana del secolo XV

Giorgio Gemisto Pletone, insieme a tutti quegli insigni intellettuali bizantini, cristiani e profani, che additarono l’Italia nel gesto di accogliere, al tramonto dell’Impero d’Oriente, l’estremo anelito di una civiltà antichissima e radiosa, ebbe il significativo merito, prima della nuova ondata di barbarie che travolse, in pieno Quattrocento, con un medievale colpo di coda, il finale baluardo della Romanità, non solo di preservare, ma anche di saper trasmettere, in una celeste tradizione, come la definisce Ezra Pound, la cultura e l’antica religione dell’umanità ellenica, fin dai misteriosi albori del pensiero occidentale.

Fondatore del nostro Umanesimo, l’ultimo filosofo greco aveva propugnato una grande riforma socialista e paganeggiante dello Stato. La sua opera fu messa al rogo, però come fenice rinacque dalle sue stesse ceneri. La parola dell’antico vate, infatti, esercitò per secoli, attraverso la propagazione della scuola spartana, da lui fondata, un potente influsso su innumerevoli generazioni di iniziati e di illuminati. Il Platone redivivo, tanto amato e tanto odiato, riposa nel Tempio Malatestiano a Rimini: le sue spoglie ancora insegnano, a chi sa auscultare, i più reconditi misteri dell’arcana sofia.

Scrivi un commento